In questa Carta il protagonista sei tu!

Nell’ultimo trentennio il lavoro è stato frammentato e precarizzato. Tutto il mondo del lavoro è stato travolto da una profondissima trasformazione, di cui molti di noi vivono quotidianamente gli effetti sulla propria pelle: voucher, lavoro somministrato, lavoro nero o “grigio”, false partite iva, sono condizioni con cui tanti di noi devono fare i conti tutti i giorni. L’elenco è lungo e si potrebbe continuare a lungo. È un elenco troppo lungo ma queste parole significano quasi sempre la stessa cosa: lavoro sfruttato, assenza di diritti, nessuna tutela se perdi il lavoro e nessuna possibilità di far sentire la propria voce nei confronti dei datori di lavoro.

Le leggi che regolamentano il lavoro non sono più adeguate a ciò che, nel frattempo, il lavoro è diventato. È necessario riscrivere il diritto del lavoro e adeguarlo ai profondi stravolgimenti che si sono verificati negli ultimi decenni. Ed è necessario farlo partendo da un principio: i lavoratori, ovvero la parte più debole, devono essere tutelati nei confronti dei datori di lavoro, che sono la parte più forte. Non accettiamo la logica del “lavoro purché sia”, una logica che ci è stata propinata troppe volte, secondo cui in periodo di crisi basta che si lavori, pure per quattro soldi e senza uno straccio di diritti. Questa è una logica che va solo a beneficio di chi fa profitto sulle nostre spalle. Invece è necessario affermare con forza che i nostri diritti, la nostra dignità, la nostra libertà non sono negoziabili!

Per questi motivi la CGIL ha lanciato la Carta dei diritti universali del lavoro: una legge di iniziativa popolare per scrivere dal basso, e da capo, il nuovo statuto dei diritti dei lavoratori. Nel 2016, lanciamo una grande campagna per dire che i diritti di chi lavora non sono negoziabili, e che tutti, che siano in un’azienda con più o meno di quindici dipendenti, e qualche che sia il settore in cui lavorano e la tipologia contrattuale applicata, devono avere pari tutele e pari diritti.

La Carta dei diritti universali del lavoro parte dalle condizioni di ognuno di noi, per uniformare i diritti di tutte e tutti e rendere i diritti davvero universali. È una sfida complessa e difficile, che ha bisogno del contributo di tutti.

Non permettiamo più che si giochi con le nostre vite... Stavolta decidiamo noi! Ci riprendiamo il nostro protagonismo... In questa Carta il protagonista sei tu!

Segui la campagna e aiutaci a portarla avanti!

 

Contattaci per saperne di più

Leggi il volantone per il web, la Carta in sintesi

Leggi il testo integrale della legge di iniziativa popolare

Leggi il testo della legge commentato

Partecipa alla formazione a distanza sulla Carta

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento