CTP: CGIL CISL UIL FILT FIT UILTRASPORTI, NESSUNA PROSPETTIVA PER IL FUTURO

"Continua il dramma che riguarda i lavoratori di CTP e i cittadini di intere aree della regione Campania che vedono negato il loro diritto costituzionale alla mobilità. Il servizio, fermo da più di due settimane per le incapacità politiche e gestionali dell'ente proprietario Città Metropolitana, sembra una notizia che non interessa più nessuno". E' quanto si legge in un comunicato diffuso da Cgil Cisl Uil Napoli e dalle organizzazioni sindacali di categoria Filt-Cgil Fit-Cisl e Uiltrasporti.
"Eppure - prosegue il comunicato - ci sono centinaia di migliaia di utenti appiedati, ci sono lavoratori che protestano rivendicando il proprio futuro, ci sono cittadini infuriati dai blocchi stradali che paralizzano il centro di Napoli, ci sono turisti che divertiti scattano foto a tutto questo caos. E la politica che fa? Niente, anzi qualcosa fanno. I 'costosi' dirigenti di Città Metropolitana continuano a mentire, a promettere, a scrivere accordi, a mettere firme, salvo rimangiarsi tutto in un secondo momento. Il sindaco che continua a dichiarare, nelle sue numerose partecipazioni radiofoniche, di avere la soluzione in tasca che evidentemente deve aver perso. La Regione Campania, seduta sulla sponda di quel famoso fiume ad attendere".
"Noi pensiamo - si legge ancora nella nota - che sia l'ora di fare chiarezza, e per farlo c'è bisogno di far sedere tutti gli attori attorno ad un tavolo, e l'unico soggetto legittimato a farlo è il Prefetto di Napoli".
"Per questo motivo - conclude il comunicato - Cgil Cisl e Uil con le proprie categorie, hanno chiesto alla Prefettura l'apertura del tavolo su citato per individuare una soluzione immediata che ripristini il servizio di trasporto pubblico nell'area metropolitana di Napoli".

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento